/images/flash.swf">
Get Adobe Flash player

Limite innalzato alla circolazione del contante, ma con alcune eccezioni

 

Limite innalzato alla circolazione del contante, ma con alcune eccezioni

 

Domanda

Il limite alla circolazione del contante è stato innalzato, a partire dal 1 gennaio 2016, ad euro 3.000 esistono casi il cui il limite è rimasto ad euro 1.000?

 

Risposta
La risposta è affermativa. Il limite ad euro 1.000 resta fissato per i pagamenti effettuati in contanti dalla Pubblica Amministrazione (art. 1, comma 904, Legge di stabilità 2016). Il limite di 1.000 euro resta anche per chi esercita il servizio di rimessa di denaro con l’estero (Money Transfer).

Nonostante il trasferimento dei libretti di deposito bancari o postali possa avvenire fino a 2.999,99 euro come da nuovo limite, il saldo dei libretti di deposito non può essere pari o superiore a euro 1.000.

Gli assegni bancari e postali resteranno trasferibili solo al di sotto dei 1.000 euro. Gli assegni emessi per importi pari o superiori a 1.000 euro dovranno ancora recare il nome o la ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità.